Dr. Renate Hofbauer
 

La principessa Elisabeth "Sisi"

Costruite una visita guidata di mezza giornata o una giornata intera e di un programma serale combinando a piacere i seguenti tasselli tematici adeguati alle vostre esigenze personali. Vedi anche Eventi.

La reggia di Schönbrunn

Tour imperiale (incentrato soprattutto su Sisi/Francesco Giuseppe = circa 20 stanze) a Schönbrunn, la residenza estiva con la camera matrimoniale di Sisi e Francesco Giuseppe, la sua sala da toletta con la bilancia e la storia delle sue acconciature preferite, lo studio di  Francesco Giuseppe tappezzato di quadri di Sisi, la camera da letto dove morì, addirittura il suo water ecc. Nella grande galleria, nella sala del carosello e nei pressi della fontana del Nettuno furono girate scene dei film di Sissi.

Gran Tour (ca. 40 saloni, estensione del tour imperiale): potremo visitare fra l'altro anche la camera da letto di Maria Teresa, la stanza in cui venne alla luce Francesco Giuseppe e la sala in cui l'ultimo imperatore austriaco Carlo I rinunciò agli affari di Stato nel 1918.

Wagenburg (Museo delle carrozze)

L'antico maneggio invernale di Schönbrunn oggi accoglie un museo di carrozze dell'epoca imperiale. Oltre alla sontuosa carrozza dorata delle incoronazioni si possono ammirare anche le carrozze utilizzate da Sisi, Francesco Giuseppe e quelle dei bambini e per la caccia dell'erede al trono il principe Rodolfo.

Hofburg (Palazzo imperiale)

Il museo di Sisi e gli appartamenti imperiali, dove sono esposti oggetti personali di Sisi, la sua famosa statua che ci permette di vederla nelle misure reali che danno un' idea del suo incredibile giro vita, la lima con cui è stata uccisa, i suoi attrezzi ginnici, il suo bagno con la vasca originale ecc. Una tavola imbandita alla fine della visita rende vivo lo sfarzo imperiale della cultura a tavola e possiamo immaginarci quanto fosse severa l'etichetta spagnola.

Silberkammer (Museo dell'argenteria)

Centrotavola da capogiro, utensili da cucina, tovaglie ma anche strofinacci e innumerevoli servizi di piatti testimoniano com'era la cultura alla tavola imperiale. Qui si trova anche il servizio, che venne utilizzato al banchetto di matrimonio di Sisi, quello utilizzato a Bad Ischl, il suo servizio da viaggio e tante altre cose.

Kaisergruft (Cripta  imperiale)

In seguito al suo omicidio a Ginevra Elisabetta fu deposta in questo luogo, dove giacciono anche Francesco Giuseppe e il principe ereditario Rodolfo (la tragedia di Mayerling!) e circa altri 140 imperatori, imperatrici, re e regine e membri della famiglia imperiale. Parleremo dell'imbalsamazione dei defunti, della deposizione in altri luoghi del cuore e delle interiora nonché della cerimonia funebre dei "poveri peccatori" imperiali.

Chiesa di S. Agostino

La chiesa del matrimonio di Sisi e Francesco Giuseppe - a causa del cerimoniale di corte per la sedicenne, timida ragazzina il matrimonio non fu un avvenimento romantico... Parleremo pure del colore dell'abito da sposa e del perché il bianco è tuttora il colore che si usa... Qui c'è anche la cosiddetta Cripta dei cuori degli Asburgo (non sempre accessibile)

Scuola d'equitazione spagnola

Visita degli allenamenti dei Lipizzani e/o visita delle scuderie della scuola d'equitazione spagnola e della sala d'equitazione (Sisi era una cavallerizza appassionata e una delle migliori ai suoi tempi). Da ormai 440 anni si tiene viva l'alta scuola d'equitazione ponendovi un?attenzione particolare.

Monumento all'imperatrice Elisabetta

Il monumento dedicato a Sisi nel magnifico giardino del popolo venne inaugurato in presenza di Francesco Giuseppe - cosa avrà provato in quel momento?...

Café Demel

Da questo fornitore di corte Elisabetta ci andava sempre con molto piacere. Ancor oggi vi possiamo degustare le sue violette candite, ma anche il tipico caffè viennese (p. es. una "melange"), accompagnato da una fetta di torta Sacher (parleremo della sua storia) o un altro dolce. L'ambiente di questo nobile locale dalla lunga tradizione ci riporta ai tempi dell'imperatore. Altrettanto degno di visita: il museo della cioccolata e del marzapane.

Deposito dei mobili di corte. Möbel Museum Wien

Uno dei più grandi musei del mobile al mondo offre una visione unica sulla cultura dell'arredamento imperiale e borghese dal barocco ai tempi moderni. Accanto a tanti pezzi d'esposizione che ricordano Sisi e Francesco Giuseppe il museo ospita anche la mostra permanente "Sissi nel film - mobili di un'imperatrice": mobili originali del deposito di mobili di corte, che furono utilizzati per la trilogia di Sissi sono esposti in diverse nicchie  e per rendere il tutto più reale vengo proiettate le scene relative dei film.

Fornitori imperial-regi

Percorso dedicato agli allora fornitori di corte, p. es. Jungmann & Neffe, dove Sisi faceva fare i suoi vestiti, Backhausen, dove venivano prodotte le stoffe per i mobili di Schönbrunn e della Hofburg (con il museo dei laboratori artigiani viennese), Lobmeyr (vetro, lampadari di cristallo ecc.) con il museo del vetro ecc.

Hermesvilla

Un enorme muraglia racchiude l'allora riserva di caccia imperiale Lainzer Tiergarten. Nel mezzo di questo parco Francesco Giuseppe fece costruire per sua moglie, Sisi, la Hermesvilla dotata di tutti gli accorgimenti tecnici più all'avanguardia a quell'epoca. Gli appartamenti di Sisi, allestiti con opere, fra gli altri, di Gustav Klimt e Hans Makart sono visitabili. Lungo la passeggiata dal parcheggio alla reggia parleremo dei metodi terribili d'educazione, il "temprare" il bambino, a cui fu sottoposto dai suoi educatori il principe ereditario Rodolfo, fino a quando sua madre intervenne con molta decisione.

Mayerling

Nel rilassante paesaggio del Bosco Viennese si trova Mayerling, dove il principe ereditario Rodolfo, l'unico figlio maschio di Sisi, pose fine alla sua vita insieme alla sua amante, la diciassettenne Mary Vetsera. Tratteremo approfonditamente i possibili motivi, ma pure le speculazioni su questa tragedia. Nell'antico padiglione di caccia di Mayerling, oggi un convento di carmelitane, visiteremo la chiesetta, che fu edificata esattamente sul luogo dove si trovava la camera da letto di Rodolfo  e  un piccolo museo, dove non si potrà vedere solo il tappeto originale della stanza da letto, ma anche la bara in rame di Mary Vetsera, che fu profanata durante il periodo di occupazione che seguì la seconda guerra mondiale.

Heiligenkreuz, abbazia di Santa Croce

Il monastero cistercense, che fu fondato nell'anno 1133 da Leopoldo III di Babenberg (santificato nel 1485, S.Leopoldo è il patrono della Bassa Austria) nel Bosco viennese ancor oggi è un convento. Si visiterà fra l'altro il bellissimo chiostro medievale con la sala capitolare, la cappella mortuaria, il ninfeo e la chiesa romanico/gotica.  Nel 2007 qui fu scoperta la ricca bara in rame di Mary Vetsera che fu poi donata alle carmelitane di Mayerling, dove oggi è esposta. Non lontano dal convento si trova il piccolo cimitero del paese di Heiligenkreuz. Lì visiteremo la tomba Mary Vetsera, dove giace in pace nella speranza di non dover più essere sottoposta alle innumerevoli profanazioni del passato.

Laxenburg

Nel cosiddetto cortile blu dell'enorme complesso con il suo vastissimo parco, la cui storia risale agli albori del potere degli Asburgo in Austria, Elisabetta passò in solitudine la sua luna di miele e qui venne alla luce e fu battezzato suo figlio il principe ereditario Rodolfo. Si tratta di una visita esterna.

Bad Ischl (/Fuschl):

In mezzo allo straordinario paesaggio del Salzkammergut si trova la cittadina termale di Bad Ischl. Nel 1853 vi si  incontrarono per la prima volta la quindicenne principessa bavarese Elisabetta e il ventitreenne imperatore Francesco Giuseppe. Il fidanzamento ufficiale venne celebrato già un paio di giorno dopo nella chiesa parrocchiale. Nella villa imperiale Francesco Giuseppe ci passava regolarmente i suoi soggiorni estivi. Elisabetta amava fare passeggiate a ritmo di marcia sulla sua "montagna magica", il Jainzen, ai piedi della quale si trova la villa imperiale. La figlia prediletta di Sisi, Marie Valerie, si sposò nella chiesa parrocchiale di Bad Ischl e Francesco Giuseppe durante le villeggiature frequentava ogni mattina nella villa accanto la sua "amica", l'attrice Katharina Schratt. Per timore che il Guglhupf tanto amato da Francesco Giuseppe potesse non riuscire bene, ne ordinava un secondo che veniva preparato dalla famosa pasticceria Zauner, seguendo però la ricetta della Schratt. Fino ai giorni d'oggi alla pasticceria Zauner i clienti possono gustare un originale Schratt-Guglhupf.

Visita interna della villa imperiale (con un po' di fortuna potrebbe essere proprio un pronipote di Elisabetta ad accompagnarci attraverso il palazzo), passeggiata nella cittadina durante la quale visiteremo la chiesa parrocchiale e la pasticceria Zauner.

Possibilità di pranzare direttamente nella villa Schratt (oggi un ristorante per buongustai) o in una trattoria (rustica), dove, secondo la leggenda, è nato il Kaiserschmarrn, la pietanza preferita da Francesco Giuseppe.

Estendendo il programma si potrebbe fare un salto a Fuschl, che dista circa 30 km da Bad Ischl. L'hotel Castello Fuschl funse da scenario nei film di Sissi sia per le riprese esterne che interne e rappresentava il castello dei suoi genitori a Possenhofen. Anche il paesaggio venne ripreso per diverse scene immerse nella natura. Possibilità di visitare il castello e i suoi interni.

Wachau, la valle del Danubio

Un tour di un'intera giornata nella valle del Danubio può essere composto da due, tre delle seguenti proposte :

Navigazione

Il viaggio per andare a Vienna a sposarsi, Sisi lo fece prevalentemente in battello sul Danubio. Le scene nei film di Sissi furono girate nella famosissima valle del Danubio. Possiamo seguire passo dopo passo in battello le orme di Sisi e dal fiume potremo ammirare inoltre il castello di Schönbühel, Dürnstein ecc..

Dürnstein

Qui visiteremo il municipio incantato e la chiesa barocca (entrambi esternamente), che oggi sono molto amati per i matrimoni, e gettiamo uno sguardo sulla rovina in cui fu tenuto prigioniero Riccardo Cuor di Leone. Inoltre ammireremo bellissime facciate con decorazioni a sgraffio dell'epoca rinascimentale e vecchie (e nuove) insegne ferree delle botteghe artigianali sopra gli ingressi dei negozi e un meraviglioso panorama sulla Valle del Danubio.

Abbazia di Melk

Questo imponente monastero benedettino barocco ha una stretta relazione con Sisi (nonché con la dinastia degli Asburgo), costituisce però una delle maggiori attrazioni della Wachau: visita degli appartamenti imperiali con la storia dell'ordine dei benedettini, la sala da pranzo, il balcone panoramico, la biblioteca e, tempo permettendo, anche il giardino.

Maria Taferl

Un santuario di prim'ordine che domina con una vista favolosa su tutta la Valle del Danubio. Daremo un'occhiata al santuario barocco, nella cui camera del tesoro  non sono conservate solo testimonianze di tristi destini umani sotto forma di voti, ma troveremo anche relitti dell'abito da sposa di Elisabetta - come ciò accadde è sicuramente una storia interessante!

Castello di Artstetten

Il castello privato dell'arciduca Francesco Ferdinando e di sua moglie Sofia, arciduca che successe nel ruolo di principe ereditario a Rodolfo in seguito al suo suicidio. Prima di poter investire la carica di imperatore la coppia fu vittima dell'attentato di Sarajevo. Determinate date nella vita della coppia messe in relazione con date storiche fanno rabbrividire, come del resto avvenimenti riguardanti il trasporto delle salme nella cripta privata di questo castello. I motivi per cui questi due personaggi non furono sepolti nella Cripta imperiale a Vienna, ma vennero deposti qui, fanno riflettere. Il castello è tutt'oggi abitato dalla pronipote di Francesco Ferdinando e Sofia, la principessa Anita Hohenberg e dai suoi discendenti.

Su richiesta è possibile organizzare una degustazione di vino, grappe e liquori, dai più raffinati a quelli più estrosi, dei diversi viticoltori della Valle del Danubio.

Per ancora più vedi Eventi.