Dr. Renate Hofbauer
 

Johann Strauss

Costruite una visita guidata di mezza giornata o una giornata intera e di un programma serale combinando a piacere i seguenti tasselli tematici adeguati alle vostre esigenze personali. Vedi anche Eventi.

Casa della musica

Questo museo interattivo dedicato alla musica penetra nel mondo del suono in modo avvincente e presentandolo sotto tutte le sue sfaccettature. Con l'ausilio di un dado potrete comporre il vostro valzer o dar prova delle vostre capacità di dirigere l'Orchestra filarmonica di Vienna, che darà anche un commento alle vostre qualità di direttore d'orchestra. O volete forse sapere quale fosse l'aspetto reale di Mozart? L'indentikit di lui e di sua moglie Costanza ne danno un'idea. Oltre a Johann Strauss e Mozart diverse sale sono dedicate all'Orchestra filarmonica di Vienna e a molti dei grandi della musica austriaca.

Collezione di antichi strumenti musicali

Questo museo è di altissima qualità e unico nel suo genere ed è nato grazie alla passione che avevano gli Asburgo di collezionare di tutto. Oltre a svariati interessanti strumenti musicali delle diverse epoche, dal rinascimento in poi, si troveranno anche molte curiosità. Inoltre si vedrà un violino che faceva parte del lascito di Leopold Mozart, l'unica registrazione originale dell'orchestrina di Johann-Strauss, il violino di Lanner, ritratti ecc..

Cimitero monumentale

Il più grande cimitero di Vienna con innumerevoli tombe monumentali, fra cui quelle di Johann Strauss padre, Johann Strauss figlio con la  sua ultima moglie Adele, i suoi  fratelli Eduard e Josef ed altri importantissimi personaggi della vita culturale, economica e politica viennese. Vi troviamo pure Il monumento commemorativo di W. A. Mozart, la tomba (fossa comune)dove Mozart fu realmente sepolto, si trova nel cimitero di St. Marx (vidi voce).

Cattedrale di S. Stefano

Visita interna ed esterna del simbolo di Vienna. Qui si sposarono Mozart e Strauss e qui probabilmente Francesco Giuseppe si unì in matrimonio civile con la sua "amica" Katharina Schratt. Nel corso della visita parleremo della tradizione di imbalsamazione degli Asburgo, delle norme che regolavano la sepoltura nel 18. secolo, dell'ultima benedizione impartita a  Mozart e dei motivi della sua sepoltura in una fossa comune.

Opera di Stato

L'inaugurazione del primo palazzo monumentale ultimato sulla strada del Ring ebbe luogo nel 1869 con il "Don Giovanni" di Mozart. Il 1° gennaio del 1892 si diede la prima dell'opera 'Cavaliere Pásmán' di Johann Strauss. Visiteremo l'auditorio, il vestibolo, i ridotti, il salone del te dell'imperatrice Elisabetta e se possibile saliremo addirittura sul palcoscenico di questo teatro dell'opera famoso in tutto il mondo. Parleremo ovviamente che del ballo dell'opera/delle debuttanti, che, seguito in tutto il mondo, costituisce il culmine del carnevale viennese. È tradizione che la sera di Capodanno in questo teatro viene rappresentata l'operetta di Johann Strauss "Il pipistrello".

Theater an der Wien

Palcoscenico di numerose prime di operette di Johann Strauss - oltre a 'Una notte a Venezia': il perché lo scopriremo durante la visita. La porta di Papageno ricorda il fondatore di questo teatro, Emanuel Schikaneder, il librettista del "Flauto magico", amico e fratello massonico di Mozart. Qui vennero rappresentati "Elisabeth" e "Mozart", musical di straordinario successo. Uno dei più antichi teatri della città con una storia movimentata, oggi è il nuovo teatro di lirica a Vienna. 

Casa del valzer "Sul bel Danubio Blu"

Visita della casa d'abitazione di Strauss in Praterstraße, oggi museo di Strauss. Si tratta della casa in città del re del valzer in cui abitò con la sua prima moglie, la cantante lirica Henriette (Jetty) Treffz. E qui Johann Strauss compose la melodia più famosa al mondo, il valzer "Sul bel Danubio Blu", che viene anche denominato l'inno "non ufficiale" dell'Austria. La storia della nascita del valzer del Danubio fa capire quanto fosse geniale il senso per il marketing del re del valzer.

Café Dommayer

Visita del Café Dommayer in prossimità della reggia di Schönbrunn, discendente del leggendario Dommayer, dove Strauss figlio contro la volontà del padre, debuttò come direttore d'orchestra all'età di 19 anni (se possibile accompagnati musicalmente dall'orchestra femminile che vi si esibisce).  In occasione del centenario della sua morte nel 1999 fu eretto un busto del re del valzer davanti al locale. Lì vicino si trova un'altra delle sue abitazioni (visitabile solo in esterno) e l'albergo, nel quale si ritirò dopo la morte della sua prima moglie Jetty e il suo luogo di sepoltura, il cimitero di Hietzing.

Musikverein

Sede dell'Orchestra filarmonica di Vienna, che ancor oggi è ambasciatrice in tutto il mondo della musica di Johann Strauss. Per l'inaugurazione nel 1870 Johann Strauss compose e diresse il valzer "Godetevi la vita", in un secondo momento divenne socio onorario della società degli amici della musica. Dalla Sala D'oro del Musikverein ogni anno si trasmette in mondovisione ad un pubblico di milioni di persone il concerto di Capodanno. Le visite guidate sono possibili solo occasionalmente.

Chiesa di S. Carlo

Nella più bella chiesa barocca di Vienna, uno dei capolavori dei due architetti Fischer von Erlach padre e figlio, Johann Strauss si unì in matrimonio con la sua seconda moglie Lily. Questo è il motivo per cui uno dei più celebri austriaci cambiò cittadinanza e divenne tedesco. Parleremo dei retroscena. Al momento è possibile salire con un ascensore fino all'altezza dei meravigliosi affreschi della cupola in modo da poterli osservare da vicino.

Stadtpark con il monumento a Strauss

Passeggiando attraverso il bellissimo parco faremo visita al monumento del re del valzer.

Monumenti a Strauss-/Lanner in Rathauspark

Possibilmente in collegamento con uno degli eventi che hanno luogo in piazza del municipio, come p. es. festival della musica su schermo in estate, mercatino di Natale durante l'avvento, ecc.

Per ancora più vedi Eventi.